RIFLESSIONE SUL FUTURO DEGLI ULS- CALE BENIDORE PRO SOS ULS?

RIFLESSIONE SULLA LENTA AGONIA DEGLI UFFICI LINGUA SARDA (ULS)

 

L’altro giorno un mio caro amico, quasi un fratello, mi ha “rimproverato”, perché nel post del 21 gennaio “La lenta agonia degli ULS”, avevo riportato la notizia che “un operatore ULS” o come preferisco io “Responsabile ULS”, lavora mediamente 45 ore mensili per un compenso medio di “solo” 700 euro.

Il mio amico, sostiene che in periodi “di magra” e di “crisi”, non ci si può lamentare.

Infatti io non volevo lamentarmi!!

Volevo solo dire che con il passare degli anni, cala il numero delle ore e logicamente anche il compenso va’ al ribasso!!!

Questo è un danno, non solo per il Responsabile ULS, che a questo punto si vede obbligato a “svolgere altri lavori”, ma porterà presto alla scomparsa di molti ULS a livello comunale.

La politica dei tagli e degli “accorpamenti” porterà anche i Responsabili ULS a “dividersi” tra più comuni, con un aggravio delle spese a danno dello stesso lavoratore.

Non si discute la paga che si aggira tra i 15 e 22 Euro lordi /ora, ma mi pare giusto chiedere insieme agli altri colleghi, che la Regione al più presto decida se darci garanzie per il nostro futuro, magari anche con i fondi della Legge Regionale 26/97, che quindi oltre alle competenze “linguistiche” previste dalla Legge 482/99 ci siano  anche quelle della “Cultura e Lingua della Sardegna”.

Perché non consentire ai Responsabili ULS, in possesso di ulteriori conoscenze (Archeologiche, Storiche, Etnografiche), di diventare i “Paladini” dell’identità e della cultura del popolo sardo nei piccoli comuni?

E’ una proposta come altre. Ai politici, ai Dirigenti e alla nostra capacità di “aggregazione” tra i Responsabili ULS la risposta.

 

Mario A. Sanna – Resp. ULS de Comune di Sindia – NU

 

 

 

 

SU BENIDORE DE SOS ULS: UNA CHISTIONE CHE FAGHET PENSARE…

 

S’atera die, unu cumpanzu meu, chi est comente unu frade pro a mie, m’at dimandadu pruitte mi soe lamentadu in s’articulu de su 21 de ghennarzu, pro s’istipendiu mediu chi tenet unu Responsabile ULS, chi benit pagadu pro 45 oras a su mese, 700 euros.

Su cumpanzu meu, m’at amentadu chi, in custa stagione de “carestia” e de “pagu dinari”, 700 euros no sunt pagos. E tenet ragione.

Deo cheria solu narrer chi sos finanziamentos sunt d’onni annu sempre prus pagu e chi cun sos “Isportellos Sovracomunales”, pro s’Operadore ant crescher finas sas ispesas, pro unu triballu chi propriu pro custa “nadura” sovracomunale, at a esser semper prus distante dae s’identidade sas biddas e at a costringher s’Operadore a fagher ateros triballos, pro si fagher unu “istipendiu” de su mancu 1.000 euros a su mese.

No discuto sas “potaturas” chi ant a fagher a sos finanziamentos, e nemmancu sa paga oraria chi est tra sos 15 e sos 22 euros lordos a ora, ma creo siat ora, de dimandare a sa Regione, de fagher un atoppu cun tottus sos Operadores ULS, pro chircare de tenner un’ispera pro su nostru benidore in custu triballu: finas impreende pro a nois, posca sos dinararis de sa Leze 482/99 (Limba), fina cussos de sa Leze Regionale 26/97 (Cultura e Limba).

Sa proposta chi deo cherzo lanciare est cussa de fagher crescher sa figura de sos Operadores Uls chi tenent ateras cumpetenzias (archeologicas, istorigas, tradiziones populares, ecc.),  in sa d’una figura de “Paladinos” de s’identidade e sa cultura sarda d’onni bidda,  finas cussas minores.

Non solu “Operadores” de Limba, ma “Operadores de Cultura e Limba Sarda”!

Est una proposta pro sa Regione, pro sos Dirigentes e pro nois Operadores, subra sa cale, ne devimos faeddare, chirchende tottus impare cun sa nostra capacidade de fagher “comuna” de nos daer unu benidore.

 

Mario A. Sanna – Resp. ULS de sa Comuna de Sindia- NU

RIFLESSIONE SUL FUTURO DEGLI ULS- CALE BENIDORE PRO SOS ULS?ultima modifica: 2008-03-26T22:50:00+00:00da limbasardsindia
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in LINGUA SARDA-LIMBA SARDA, SOCIETA'- SOTZIEDADE, UFITZIU LIMBA SARDA SINDIA. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento