SAS DECRARATZIONES PROGRAMATICAS 2010- 2015 DE FRANCO SCANU

SAS DECRARATZIONES PROGRAMATICAS 2010- 2015 DE FRANCO SCANU

 

Ponimus oe a disponimentu de sos tzidadinos e de tottus sos sindiesos, sas DECRARAZIONES PROGRAMATICAS 2010-2015 de su Sindigu de Sindia Franco Scanu.

 

“Signori Consiglieri,

 

cinque anni fa, in questa sala durante le dichiarazioni programmatiche, avevo esordito nel modo seguente: “Essere a capo di un’intera comunità è senz’altro un compito molto arduo e pieno di insidie che per svariati motivi porteranno me e tutti coloro che mi affiancheranno in questo cammino per i prossimi cinque anni, a modificare il modo di vivere la vita quotidiana per prestare la nostra opera, al servizio dell’intera comunità sindiese”.

 

Con queste parole, sono convinto che dobbiamo lavorare, con grande impegno, nella collegialità e nell’unione di tutti coloro che costituiscono il nuovo Consiglio Comunale, e sono sicuro che con l’aiuto di Dio, riusciremo nel nostro intento.

Sindia negli ultimi cinque anni è cambiata, è cambiata in meglio e i sindiesi, con il loro voto ci hanno rinnovato la fiducia per un secondo mandato, perché hanno creduto nel nostro programma e nella nostra azione di rinnovamento;

ci chiedono di continuare… per portare a compimento il nostro grande progetto di

rinnovamento generazionale, avviato nel 2005…..”

 

SIGHIT……..

Signori Consiglieri,


cinque anni fa, in questa sala durante le dichiarazioni programmatiche, avevo esordito nel modo seguente: “Essere a capo di un’intera comunità è senz’altro un compito molto arduo e pieno di insidie che per svariati motivi porteranno me e tutti coloro che mi affiancheranno in questo cammino per i prossimi cinque anni, a modificare il modo di vivere la vita quotidiana per prestare la nostra opera, al servizio dell’intera comunità sindiese”.


franco scanu.jpg



Con queste parole, sono convinto che dobbiamo lavorare, con grande impegno, nella collegialità e nell’unione di tutti coloro che costituiscono il nuovo Consiglio Comunale, e sono sicuro che con l’aiuto di Dio, riusciremo nel nostro intento.

Sindia negli ultimi cinque anni è cambiata, è cambiata in meglio e i sindiesi, con il loro voto ci hanno rinnovato la fiducia per un secondo mandato, perché hanno creduto nel nostro programma e nella nostra azione di rinnovamento;

ci chiedono di continuare… per portare a compimento il nostro grande progetto di

rinnovamento generazionale, avviato nel 2005.


Gli indirizzi generali di governo del paese che intendo sottoporre all’attenzione del Consiglio comunale rappresentano la naturale esplicitazione del programma elettorale che la lista civica “Insieme per Sindia”, ha sottoposto al giudizio degli elettori, ottenendone il consenso per il governo dei prossimi cinque anni del nostro paese.


Con orgoglio affermo che nel corso della campagna elettorale, abbiamo sviluppato un percorso di confronto aperto che ha coinvolto tutti i cittadini che hanno offerto indicazioni utili e preziose nel segno di una rinnovata volontà di partecipazione e che non ha esaurito il suo compito all’indomani del risultato elettorale, ma continua e continuerà ad essere punto di riferimento per le iniziative poste in essere dalla casa comunale.


Non si può dimenticare il peso della crisi finanziaria mondiale che, incidendo sul governo nazionale, non manca di far sentire i suoi effetti anche a livello locale.


Il crollo del settore industriale, la crisi del comparto agro pastorale, la difficoltà a ricollocarsi sul mercato del lavoro, la disoccupazione crescente, l’aumento del costo dei carburanti e il relativo caro vita sembrano circostanze lontane da noi ed invece si scoprono essere molto più vicine di quanto si immagini nel momento in cui ci si confronta con sacche di disagio e povertà.

Nei prossimi cinque anni, continueremo la valorizzare l’importante ruolo che Sindia riveste nel contesto del territorio del Marghine, in tutti gli Enti ed Amministrazioni di livello intercomunale e nell’intera Provincia, attraverso una rappresentanza politica forte e qualificata, per continuare a realizzare un progetto di sviluppo complessivo e di crescita economica.

Lavoreremo per creare nuova occupazione nei settori privato e pubblico utilizzando tutti gli strumenti (territoriali, regionali, nazionali e comunitari) disponibili per rilanciare e rafforzare il tessuto produttivo esistente.

Promuoveremo le risorse disponibili: naturali, storiche, archeologiche ed anche umane in funzione di una forte crescita sociale culturale ed economica del paese.

Verranno verificate in maniera attenta e rigorosa la qualità ed i costi dei servizi pubblici comunali migliorandone la funzionalità e rendendoli rispondenti alle esigenze dei cittadini.

Rafforzeremo il ruolo del Consiglio Comunale, garantendo comprovate competenze per ciascun settore che riguarda la vita dei cittadini di Sindia.

Aumenteremo l’attiva partecipazione dei cittadini nelle scelte amministrative rendendo più accessibile e trasparente l’azione e gli atti amministrativi impiegando le nuove tecnologie informatiche allo scopo di tutelare i diritti di tutti e combattere i privilegi di pochi.

Potenzieremo l’azione di promozione degli eventi, dei luoghi e dei prodotti presenti nel nostro territorio puntando soprattutto sul sito web comunale.


Tuttavia, le nostre idee sono chiare e la volontà di intervenire è davvero forte per questo illustrerò le linee programmatiche in maniera puntuale e schematica, in modo da offrire una chiara trama di iniziative che questa maggioranza di governo intende realizzare nei prossimi cinque anni.


Sviluppo economico

Lo sviluppo economico di un territorio e di un paese è una delle condizioni fondamentali per assicurare un futuro sereno alle persone e per mantenere questa premessa, abbiamo bisogno di una economia che cresce, crea opportunità e produce ricchezza diffusa.


Tanti piccoli interventi potranno determinare un efficace cambiamento come:

– L’adeguamento ed il completamento della rete viaria rurale;

– La realizzazione di iniziative di valorizzazione delle imprese;

– Il miglioramento delle condizioni di sicurezza per gli operatori economici;

– L’organizzazione di eventi pubblici di qualità;

– La valorizzazione delle manifestazioni storiche in una logica di ampio coinvolgimento degli operatori e delle associazioni di categoria;

– La riproposizione di meritorie iniziative promozionali come “Primavera nel Marghine-Zimineas cun cannittas”;

– Il potenziamento dello sportello unico delle imprese (SUAP) passando per l’associazionismo intercomunale mediante l’Unione dei Comuni Marghine;

Garantire il sostegno e l’informazione alle imprese locali su strumenti e opportunità della programmazione negoziata e delle leggi di incentivazione di impresa;

– L’attività di valorizzazione delle realtà economiche locali;

-L’attenzione dal mese di gennaio 2011, quando sarà avviata la costruzione del gasdotto GALSI che porterà Gas naturale nel nostro territorio, con erogazione prevista dal 2014 e per questo Sindia deve essere pronta all’appuntamento mediante la predisposizione di una rete del gas comunale che porterà un abbattimento della bolletta energetica con risparmi del 30-40% per famiglie ed imprese;

– Sarà rilanciato il Piano per insediamenti produttivi (P.I.P.) con il completamento delle infrastrutture e l’assegnazione dei singoli lotti alle imprese per la realizzazione delle attività produttive nel settore edilizio, commerciale e dei servizi;

– Saranno valutate, incentivate e predisposti gli atti necessari per la posa di pannelli fotovoltaici e solari, che consentiranno di ottimizzare la produzione di energia e la conseguente riduzione dei costi;

– Sarà approvato il piano particolareggiato del centro storico che potrebbe contribuire a ridare vita e decoro al nostro Centro Storico.


Territorio

Costruire, riqualificare, bonificare, questi tre verbi indicano azioni diverse.

Costruire nel rispetto del Piano Urbanistico Comunale e sostenere un’edilizia a forte contenuto tecnologico, in grado di saper cogliere i mutamenti economici e sociali;

Riqualificare non solo il patrimonio edilizio degradato (centro storico), ma lavorare per il recupero urbanistico complessivo che consenta di restituire un aspetto decoroso al nostro paese;

Bonificare le discariche a cielo aperto, vigilando affinché coloro che vogliono il male del nostro paese non continuino a scaricare i loro rifiuti su terreni altrui, privati o della collettività.


Sono ormai passati 15 lunghi anni, da quando nel vecchio centro, non sono consentite opere di ampliamento dei fabbricati ricadenti in tale zona urbanistica, ma solamente opere di consolidamento edilizio e manutenzione straordinaria.


Tutto ciò ha creato dei disagi alla popolazione, alle imprese, ai fornitori di materiale edile, ai tecnici progettisti, portando allo spostamento della popolazione verso nuove aree di espansione ed il conseguente spopolamento della zona storica del paese e quindi dopo l’avvenuta approvazione del PUC e l’imminente adozione del Piano particolareggiato del centro storico, si ritiene importante procedere alla risoluzione delle seguenti problematiche:

La ridefinizione e riorganizzazione complessiva della viabilità interna con l’elaborazione di un “piano del traffico” al fine di migliorare la circolazione pedonale, veicolare ed in modo particolare per i soggetti portatori di Handicap.

– La realizzazione di un “Piano del colore” per il Corso Umberto e l’intero centro storico, da finanziarsi attraverso apposita legge di settore regionale che prevede incentivi ai comuni ed ai privati, tale piano consentirà di migliorare l’aspetto complessivo della via principale e del centro storico;

– La continuazione di un “Percorso storico” nel nucleo originario del paese attraverso l’utilizzo di materiali tradizionali, continuando con il lavoro iniziato nella pavimentazione stradale.

La creazione di un parco urbano integrato intorno alla Chiesa di San Demetrio rispettandone le particolarità architettoniche del monumento.

– Una particolare attenzione alla manutenzione del verde pubblico.

– Risolvere definitivamente, con il coinvolgimento della Provincia di Nuoro e la Regione Sardegna, l’annosa questione della circonvallazione;

– La cura e la manutenzione delle strade e dei marciapiedi;

– Proseguire gli interventi sugli edifici scolastici per ridare dignità alla funzione cui essi assolvono, anche mediante la realizzazione di miglioramenti funzionali e di adeguamenti in termini di sicurezza;

– Riqualificare le aree periferiche;

– Il rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica che porterà alla sostituzione delle obsolete lampadine al vapore di mercurio con le nuove tipologie presenti sul mercato che porteranno una contrazione dei costi ed un miglior servizio.


Agricoltura e pastorizia

Questo settore è uno dei pilastri che sorregge la nostra economia, se adeguatamente valorizzato potrebbe preludere risultati economici più apprezzabili per gli addetti e possibilità occupazionali per i giovani.


La complessa situazione pastorale, caratterizzata attualmente da difficoltà di commercializzazione dei prodotti e da un generale arretramento delle condizioni economiche, impone alla categoria l’esigenza di una rinnovata unità.


Ed è per questa ragione, che riteniamo, sia necessario un forte coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale in questo settore affinché possa continuare ad essere uno dei punti di forza dell’economia del paese.


Continueremo nella politica di interventi di sistemazione e completamento di tutta la viabilità rurale, comprendente anche la manutenzione stagionale, che talvolta le rende impercorribili.


Completamento della struttura del mattatoio comunale e degli impianti, adeguandoli alle normative vigenti.


Garantiremo il sostegno tecnico-informativo alle aziende per il miglioramento della produzione. Allo scopo saranno parte attiva gli Enti preposti della Regione Sardegna, le Associazioni competenti e l’Università in modo da sviluppare sinergie che possano garantire la sostenibilità delle azioni intraprese.


Attueremo degli interventi relativi ai nuovi piani di sviluppo rurale, comprendenti l’infrastrutturazione aziendale, il miglioramento fondiario, sistemazione della viabilità, l’agriturismo, etc. attraverso programmi comunitari di settore.


Favoriremo la valorizzazione delle aziende, dei prodotti locali, della cultura e delle infrastrutture, mediante la partecipazione a manifestazioni di interesse nell’ambito dei diversi programmi proposti dal Gal Marghine.


Politiche sociali

La visione che sottende le politiche sociali (persona, sport e cultura) è quella di una comunità che deve crescere avendo a cuore il destino di ciascuno.


Il progresso vero è tale se comprende tutti, se cioè coinvolge anche gli “ultimi”, quelli che non hanno voce per rivendicare i propri diritti.


L’innalzamento della vita media ha favorito un mutamento sociale che evidenzia da un lato una maggiore richiesta di servizi da parte degli anziani, ma dall’altro una maggiore disponibilità di tempo da dedicare a se stessi ed agli altri, così data la positiva esperienza, saranno confermati gli interventi domiciliari, che hanno assunto nella nostra comunità un peso notevole.


– Maggiore impegno verrà profuso per sostenere l’assistenza domiciliare integrata (specialistica ed infermieristica) e le attività di volontariato all’interno della rete dei servizi.

– Si ricercherà tra i fabbricati esistenti di proprietà comunale, una struttura da adeguare e adibire a centro anziani, che possa garantire un numero adeguato di posti letto (non meno di quindici), di locali ampi e luminosi ed di un’adeguata area verde per lo sviluppo all’esterno delle loro attività motorie e di piacevole soggiorno. Senza cadere nell’errore di creare una struttura con pochi posti letto e non sostenibile in termini economici.

– Si effettueranno progetti “ad personam” puntuali ed aggiornati in itinere con incentivi ed aiuti per l’acquisto di apparecchiature speciali fornendo un supporto informativo e burocratico per formulare le domande di contributo agli enti preposti o intervenendo anche con fondi comunali.

– Prevedere interventi di sostegno al reddito di famiglie colpite dalla disoccupazione.

– Potenziare il servizio di mensa scolastica.

– Favorire la pratica sportiva dei giovani e dei meno giovani.

– Riqualificare il campo di calcio, ma anche altri spazi per le differenti discipline sportive.

– Portare a rapida soluzione la gestione del Palazzetto dello Sport.

– Rendere centrale il ruolo della locale Biblioteca comunale, realizzando attività di promozione della lettura, anche attraverso manifestazioni pubbliche che veda protagonista la scuola locale.

– Costituire la Consulta delle associazioni con la quale programmare e realizzare

manifestazioni ed eventi.

– Identificare bandi regionali e provinciali, per consentire alle associazioni ulteriori fonti di sostegno oltre ai contributi comunali.

– Valorizzare le arti e le tradizioni locali.

– Sostegno ed incentivi alle società sportive e ai gruppi ricreativi operanti a Sindia.

– Individuazione di percorsi pedonali e/o ciclabili, che consenta alle persone di svolgere l’attività motoria in tranquillità ed in assenza di problematiche legate alla viabilità veicolare.

-Promozione, sostegno, sviluppo e potenziamento della cultura del cavallo, realizzando strutture idonee e necessarie anche per uno sviluppo in termini economici, sportivi e terapeutici.

-Affidamento in gestione delle strutture alle società sportive attraverso convenzioni stipulate sulla base della legge regionale n. 36 sullo sport, che prevede incentivi da parte della Regione Sardegna ai gestori.


Gestione dei rifiuti

L’azione amministrativa sarà orientata verso la sensibilizzazione della popolazione sui problemi ambientali attraverso iniziative ed attività che coinvolgano tutta la popolazione ed in particolar modo i giovani ed i ragazzi delle scuole locali.


La politica dei rifiuti in questi anni ha prodotto consistenti risultati, portandoci al potenziamento del servizio e, attraverso il finanziamento RAS (già assegnato), alla realizzazione di un’isola ecologica ed un apposito deposito di materiali inerti e materiali ingombranti.


La qualità di una comunità passa anche dalla corretta programmazione e gestione del ciclo dei rifiuti. La gestione dei rifiuti a Sindia non è sufficiente anche se le percentuali di raccolta differenziata sono tra le più alte della Provincia di Nuoro.

– Incrementare la raccolta differenziata mediante una maggiore responsabilizzazione della cittadinanza e di tutti gli utenti sull’importanza del problema rifiuti, in particolare con la promozione della concezione del rifiuto come risorsa, affinando anche la definizione della tariffa in modo da far pagare ognuno sulla base del rifiuto che produce, in particolare sul rifiuto differenziato;

– Sensibilizzare il cittadino sull’importanza della riduzione dei rifiuti: nelle scelte quotidiane di acquisto deve essere considerato come parametro di scelta anche il basso impatto ambientale del prodotto (imballo ridotto, possibilità di riciclare il rifiuto, possibilità di riutilizzo);

– Promuovere l’attivazione di corsi di Educazione Ambientale nelle scuole e una chiara informazione al cittadino;

-Valorizzazione con piantumazione di specie arboree ed arbustive tipiche locali, di aree degradate interne o limitrofe all’abitato. Estensione e cura del verde urbano.

– Sistemazione dell’area dove sono ubicate le sorgenti di Banzu, diventata oramai un punto di attrazione di turisti e vanto della popolazione sindiese. La piantumazione dell’area verde e la sistemazione della strada di accesso sono delle priorità assolute per un concreto sviluppo di un percorso turistico interno all’abitato.

-Recupero e valorizzazione dell’area a ridosso delle sorgenti di Corte, con la creazione di un’oasi verde e la individuazione di punti d’erogazione d’acqua potabile ed abbeveratoio per animali.

-Ripristino e sistemazione dell’area di pertinenza circostante le sorgenti naturali presenti su tutto il territorio.


Politiche giovanili

I giovani sono una risorsa fondamentale per la società, che va apprezzata, riconosciuta e valorizzata in tutte le forme e i modi.

Un paese a misura di giovane deve necessariamente vederli coinvolti nel ruolo di protagonisti attivi della gestione dei servizi e come osservatori privilegiati del mondo giovanile, nonché co-progettatori ed artefici del sistema di relazioni sociali.


Un’importante obiettivo è quello di informare i giovani sulle opportunità offerte dalla formazione professionale e sulle opportunità imprenditoriali.


Saranno messe in campo azioni incentivanti e di sostegno per i giovani con lo scopo di portare a termine la carriera scolastica, perché con il loro impegno e le conoscenze apprese possano garantire uno sviluppo concreto alla nostra società.


E’ necessario proseguire una politica di sostegno alle famiglie, quali soggetti ed interlocutori privilegiati per la realizzazione di interventi di prevenzione e promozione sociale ed in particolare nei confronti delle famiglie più deboli.


Continueremo con la progettualità intrapresa che consente al paese di beneficiare del contributo dei giovani come occasione privilegiata di cittadinanza attiva, di utilità sociale e di responsabilità civile.


Vocazione turistica

Il nostro paese è meta di turismo religioso che però finora non riesce a trasformare il visitatore dell’Abbazia di Nostra Signora di Corte in visitatore di Sindia.


La forma di turismo attuale oggettivamente non produce effetti positivi nel nostro paese in quanto è temporalmente molto limitato e non sa offrire ulteriori spunti di attenzione. L’opera di riqualificazione del nostro territorio ed in particolare del nostro centro storico, potrebbe sbloccare questa situazione a cui dovrebbero accompagnarsi iniziative di “buona accoglienza” del turista.


Pertanto lo sviluppo delle attività artigianali tipiche del nostro paese soprattutto nel centro storico e la valorizzazione dei beni storico-artistici del territorio è un elemento essenziale per una buona risonanza turistica.


Un programma importante quello che oggi ho proposto, un programma che saremo felici di portare a compimento nei cinque anni della prossima attività amministrativa, consapevoli e aperti ad ogni eventuale cambiamento, ove fosse necessario per garantire una migliore qualità della vita.

Abbiamo la passione e la capacità per realizzarlo mossi dall’unica ambizione di voler far ripartire lo sviluppo della nostra amata Sindia.


Una democrazia più partecipata è una condizione essenziale per il successo del programma di governo.


Sono sempre più convinto che il successo del nostro programma è possibile solo se la nostra Comunità saprà viverlo come fattore di coesione e di unità, sentendosi psicologicamente ed emotivamente coinvolta.


E’ fondamentale vivere in una comunità ricca di quei valori che sono propri di ogni convivenza democratica: la tolleranza, la solidarietà, il senso delle regole e dei valori di un autentica convivenza civile, l’orgoglio di abitare a Sindia e di convivere accanto alla gente che ci conosce, ci comprende e partecipa a costruire il proprio futuro e quello dei nostri figli.


cari Consiglieri,

permettetemi, infine, di rivolgere un particolare e sentito ringraziamento a tutto il Personale del nostro Comune per il grande lavoro svolto nella passata legislatura con l’auspicio di un nuovo e rinnovato impegno per il raggiungimento degli importanti traguardi del nostro programma.


Ho ben presente come i nostri propositi e le sfide che ci attendono, potranno essere vinte solo con il concorso di tutti i Componenti di quest’Aula, maggioranza ed opposizione.


Sono certo di poter contare sull’impegno, la lealtà e la piena collaborazione della Giunta che condivide con me la responsabilità del governo e della maggioranza che mi sostiene.


Sono altresì convinto che non mancherà il prezioso contributo che arriverà da ciascuno dei Consiglieri di quest’Aula.


Per questo, auspico che i Consiglieri di maggioranza e di opposizione sappiano concentrare le proprie energie sul confronto alto, sui progetti e sui grandi temi dello sviluppo del nostro paese e non su questioni interne al Consiglio per le quali si troveranno le opportune soluzioni nel rispetto dei ruoli di ciascuno.




Ringraziamenti

Un doveroso ringraziamento va rivolto all’intera popolazione di Sindia che ha voluto premiare e dare una così ampia fiducia al nostro gruppo, nonostante la nostra giovane età e le difficoltà che un’Amministrazione ha nello svolgere il proprio compito.


Ringrazio, tutti i componenti della lista, “INSIEME PER SINDIA”, che hanno creduto in me e nel nostro comune progetto, prodigandosi affinché esso stesso potesse essere messo in pratica, sacrificando talvolta la propria affermazione personale per il bene dell’intera squadra.


Per questo voglio ricordare e salutare con affetto, gli amici che per un gioco di numeri non sono presenti nei banchi del Consiglio Comunale ma che oggi sono presenti tra noi, Luciano Puliga, Pietro Cossu, Mauro Pisanu e Marco Mugoni.


Un ringraziamento personale lo voglio rivolgere ad un amico che con me ha lavorato per mesi per formare questo fantastico gruppo e che credo, come me, sia orgoglioso del risultato ottenuto in questa tornata elettorale.


Un pensiero lo voglio rivolgere ai vecchi compagni di avventura della passata legislatura, Cesare Braschi, Gianni Pisanu e Francesco Congiu, perché anche se non erano presenti nella lista “Insieme per Sindia” di questa tornata elettorale, si devono sentire parte integrante di questa nuova avventura.


Saluto la lista “PROGETTO SINDIA” ed in modo particolare il candidato a Sindaco Elio Nuvoli, per la lealtà espressa e manifestata durante tutta la campagna elettorale, facendo sì che la sfida si limitasse solamente ad un atteggiamento avverso di sole motivazioni politiche e mi auguro che non ci sia un dialogo solamente contraddittorio ed avverso, ma una partecipazione attiva ai lavori del Consiglio Comunale, infatti una collaborazione anche propositiva tra la maggioranza e l’opposizione non può che portare benefici alla nostra comunità.


Infine, non per importanza, e non come Sindaco, ma come uomo, il mio pensiero va a mia moglie e alle mie figlie per avermi dato quella disponibilità e quella serenità indispensabili per affrontare il difficile percorso amministrativo e ai miei genitori per avermi trasmesso quei principi e quei valori come l’onestà, la lealtà e la dedizione al lavoro che sono stati i punti fermi nello svolgimento del mio mandato e lo saranno per questo nuovo quinquennio.

SAS DECRARATZIONES PROGRAMATICAS 2010- 2015 DE FRANCO SCANUultima modifica: 2010-07-05T17:55:00+00:00da limbasardsindia
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATZIONES DE SU SINDIGU- COMUNICAZIONI DEL S. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento